la carta igienica non esiste da sempre. I primi ad utilizzare la carta per la pulizia intima furono i cinesi già nel II secolo a.C., ma nell’Europa classica non esisteva la carta, tanto meno quella igienica. Gli antichi Greci usavano spesso pietre (πεσσοί, pessoi) o frammenti di ceramica (όστρακα, ostraca) per pulirsi. Pietre, frammenti di …

nel 1530 il centro dell’Impero era Istanbul, con circa 30 milioni di abitanti. Fu eretta da Maometto II a capitale, in cui convivevano in un contesto cosmopolita musulmani, cristiani ed ebrei. La città, che a metà Cinquecento era salita a circa 400.000 abitanti arrivando a circa 600.000 alla fine del secolo, divenne il centro amministrativo, …

“Il profumo di Cleopatra era così leggendario che Marco Antonio poteva presumibilmente annusare la regina a miglia di distanza prima che le sue navi arrivassero persino sulle rive del suo regno.” Dopo secoli di dipinti e sculture, abbiamo una buona idea di come fosse Cleopatra, il sovrano leggendario dell’antico Egitto. Ma ora, potremmo anche sapere …

Il declino del potere ottomano fu dovuto al saldarsi, a partire dal XVII secolo, di vari elementi di crisi: l’incapacità di evoluzione scientifica e tecnologica, l’invadenza del clero e dei giannizzeri sul governo, la diffusa corruzione, la precarietà dei ruoli dello strato nobiliare, il peso fattosi via via più insopportabile di un apparato militare enorme …

I giannizzeri (in turco yeniceri, “nuova milizia”) originariamente erano reclutati tra gli uomini fatti prigionieri che diventavano bottino di guerra del sultano. Con l’espansione nella Penisola Balcanica tra il XIV-XV secolo, iniziata da Maometto II il Conquistatore (1432-1481) conclusasi sotto il sultanato Solimano I il Magnifico (1520-1566), che causò l’annessione dell’Ungheria meridionale nell’orbita ottomana venne …

Il Toro di bronzo era una macchina di tortura progettata nell’antica Atene nel VI secolo A.C. per Falaride, il tiranno della colonia greca “Ακράγας” (oggi Agrigento) in Sicilia, come mezzo per giustiziare i criminali. Si diceva che il toro fosse fatto di bronzo, vuoto, con una porta su un lato e un apparato acustico che …

Khayr al-Dīn Barbarossa, detto Ariadeno Barbarossa, conosciuto anche come Haradin, Kaireddin e Cair Heddin, (Mitilene, 1466 circa – Istanbul, 1546) è stato un corsaro e ammiraglio turco, Bey di Algeri e di Tlemcen, nonché ammiraglio della flotta ottomana. Morì probabilmente a causa di una grave forma di dissenteria e fu sepolto vicino al Bosforo. Suo …

Diverse tribù di nativi americani nel corso dei secoli hanno tramandato antiche leggende riguardanti un’antica razza di giganti dalla pelle bianca e dalle caratteristiche eccezionali. Lo scrittore e ricercatore americano Horatio Bardwell Cushman ha scritto nel suo libro pubblicato nel 1899 dal titolo “Storia degli Indiani di Choctaw, Chickasaw e Natchez”: “La tradizione dei Choctaws… …

La triscaidecafobia(dal greco τρεισκαίδεκα treiskaídeka, “tredici” e φόβος phóbos, “paura“) è la paura irragionevole del numero 13, dovuta alla cultura popolare ed alla superstizione. Nella mitologia scandinava vi erano 12 semidei e poi arrivò il tredicesimo, Loki. Quest’ultimo fu crudele con gli uomini: da qui il 13, in quelle terre, è divenuto segno di malaugurio. …

Nel corso degli anni abbiamo compiuto molti progressi nel rilevare, registrare e misurare i terremoti. Ma molti metodi presero vita quasi 2000 anni fa. Il primo sismoscopio fu inventato nel 132 d.C. quando l’inventore cinese Zhang Heng realizzò un dispositivo sorprendentemente corretto nel rilevare terremoti anche a lunghe distanze. I cinesi credevano che le attività sismiche …