Egitto: scoperta l’antica “area industriale” piena di manufatti reali

Scoperta una camera nascosta nella Domus Aurea

I ricercatori potrebbero aver ricreato il profumo di Cleopatra grazie a un residuo di 2000 anni fa

La leggenda dei Giganti Americani

Il rilevatore di terremoti cinese di 2000 anni fa

Appunti di Storia: una visione d’insieme per capire e capirci

Il termine greco Historia vuol dire, letteralmente, RICERCA, ma è anche sinonimo di INDAGINE

È una parola che si riferisce all’intero ambito della CONOSCENZA

Il fine della ricerca storica è quello di ottenere dai cosiddetti “luoghi del potere” i modi per accertare i fatti in maniera libera, oggettiva e responsabile.
Prima dell’autoaffermazione dell’indipendenza degli storici, la Storia era fatta dai sovrani, e poteva essere tranquillamente paragonata ad una Epigrafe, che si poteva appendere al muro, nella quale venivano narrati determinati fatti o gesta eroiche (normalmente dei sovrani stessi).
La nascita del “genere storico”, nella Grecia Antica, nacque dal rifiuto sistematico delle spiegazioni mitiche preferendo l’utilizzo di fonti documentarie accertate.
Erodoto, accreditato da Cicerone come padre della storia,
 scrive (VII, 152.3): “Io ho il dovere di riferire quello che si dice, ma non ho alcun dovere di crederci: sia questa la regola valida per tutta la mia opera”.
Questa è la libertà con cui nacque la Storiografia.

HISTORIA

Approfondire la Conoscenza delle proprie RADICI

Oggi molti pensano che gli insegnamenti universitari di storia abbiano un’antica origine. In realtà essi furono introdotti sporadicamente in alcune università europee dalla fine del XVI secolo e sistematicamente solo agli inizi del XIX secolo: prima in Germania, poi in Francia, infine in Inghilterra. Nel 1600 la Preistoria non esisteva. Non solo non vi era una disciplina incentrata sullo studio dell’Era Preistorica, ma fatto …

Apologia della storia o Mestiere di storico: un'opera incompiuta di Marc Bloch.

LA STORIA È SCIENZA DEL MUTAMENTO

Uno dei maggiori classici della riflessione di metodologia storica del Novecento. Pubblicato postumo per la prima volta nel 1949, grazie all'amico e compagno di studi Lucien Febvre, la versione definitiva è stata curata nel 1993 dal figlio dell'autore, Etienne Bloch.

“La storia è, essenzialmente, scienza del mutamento. essa sa ed insegna che mai si ripresentano due eventi del tutto simili, poiché le condizioni non sono mai esattamente le stesse […] ammette, certo, da una civiltà all’altra, il riproporsi di taluni fenomeni che a grandi linee sembrano evolvere in una stessa direzione.
E nota allora come da entrambe le parti sussistessero condizioni fondamentali simili. […] ma non per insegnarci che il passato si ripete, che ciò che era ieri sarà anche domani. esaminando come il recente passato differisca da ciò che lo ha preceduto e perché, essa trova in questo confronto la capacità di prevedere in che senso anche domani si opporrà a ieri”

Marc Bloch, “Apologia della storia”

Il pane più antico del mondo

Nuovo santuario scoperto nell’antica città di Troia nella Turchia occidentale

Il relitto più antico del mondo

Egitto, a Luxor scoperti 20 nuovi sarcofagi ancora sigillati

Scoperta la Stonehenge Spagnola: ha più di 4000 anni

MENU

Back