La statuetta della Venere di Willendorf, con i suoi 11 cm, è uno dei più importanti esempi di arte antica in Europa (23.000-19.000 a.C.). La particolarità dell’opera non è solo nella sua forma ma anche nella sua composizione, poiché costituita da una roccia chiamata oolite che non è presente nella zona del suo ritrovamento tantomeno …

Gli archeologi del MOLA (Museum of London Archaeology) hanno scoperto un mosaico incredibilmente ben conservato che un tempo decorava il pavimento di una sala da pranzo romana. Scoperto a due passi da The Shard, gli esperti hanno stabilito che questa sia la più grande area di mosaico romano trovata a Londra da oltre 50 anni. …

Conservata grazie alla sabbia del deserto salato, uno dei più inospitali della Terra, l’antica città di Shahr-i Sokhta sarebbe sorta intorno al 3200 a.C. nella provincia del Sistan-va-Baluchistan, nel Sud-Est dell’Iran. Ancora sconosciute le ragioni della sua scomparsa sotto le sabbie del deserto già nel 2.300 A.C. Sicuramente la colpa non fu di un vulcano come per …

Gli scavi archeologici preventivi per il rifacimento della rete fognaria della città siciliana hanno portato alla luce, in via De Gasperi, gli straordinari resti di due camere ipogee inviolate contenenti il corredo funerario e resti di corpi inumati. A ciò si sono aggiunte circa 50 tombe, situate a una profondità minore, riferibili probabilmente a una necropoli punica. Il primo ipogeo, secondo …

Battaglia della Meloria del 1284 La Battaglia della Meloria fu una storica battaglia navale che vide coinvolta la flotta della Repubblica di Genova. Sancì la definitiva fine di Pisa come potenza marinara in Italia durante il Medioevo. Dopo i grandi contrasti verificatisi nei secoli precedenti tra la Repubblica di Genova e la repubblica marinara di …

La nuova scoperta si basa sulla conoscenza tramandata da generazioni di comunità indigene sullo scontro di due secoli fa. Per migliaia di anni i Tlingit si stabilirono nelle isole del sud-est dell’Alaska, ma all’inizio del XIX secolo entrarono in contatto con un gruppo che avrebbe minacciato il loro rapporto con la terra : Commercianti russi che …

I morti venivano decorati con amuleti in lamina d’oro a forma di lingua per consentir loro di parlare anche nell’aldilà , davanti alla corte del dio Osiride. I resti di una mummia con una lingua d’oro in bocca sono stati ritrovati dagli archeologi a Taposiris Magna, tempio situato vicino ad Alessandria d’Egitto, nel Nord del …

Un nuovo progetto di recupero e valorizzazione del sito archeologico dell’antica città di Tiro, nel Sud del Libano, è stato completato dai caschi blu italiani della missione Unifil. I lavori – precisa l’Unifil in una nota – hanno riguardato la manutenzione dell’impianto di illuminazione e la realizzazione della recinzione perimetrale dell’area di Al-Mīnā’, una delle …

In Iran Marco Polo è un modo di dire. In farsi, la lingua locale, marcopolò, tutto attaccato con accento sulla vocale finale, indica ancora oggi qualcuno che viaggia molto, e che dunque è ora che torni a casa. Il viaggiatore veneziano rimase complessivamente più di 24 anni, dal 1271 al 1295. Il libro raccoglie tutte …

A scoprire la Cina, tra i primi occidentali, fu un mercante ebreo anconetano, e non Marco Polo. E lo fece anche con 4 anni di anticipo sul collega veneziano. Sembra un’eresia se detta e letta così, ma il caso (nonché il dubbio) è sorto circa venti anni fa quando venne alla luce un antico (si …