Articoli in

Nuove Scoperte


Gli archeologi del MOLA (Museum of London Archaeology) hanno scoperto un mosaico incredibilmente ben conservato che un tempo decorava il pavimento di una sala da pranzo romana. Scoperto a due passi da The Shard, gli esperti hanno stabilito che questa sia la più grande area di mosaico romano trovata a Londra da oltre 50 anni. …

Conservata grazie alla sabbia del deserto salato, uno dei più inospitali della Terra, l’antica città di Shahr-i Sokhta sarebbe sorta intorno al 3200 a.C. nella provincia del Sistan-va-Baluchistan, nel Sud-Est dell’Iran. Ancora sconosciute le ragioni della sua scomparsa sotto le sabbie del deserto già nel 2.300 A.C. Sicuramente la colpa non fu di un vulcano come per …

Gli scavi archeologici preventivi per il rifacimento della rete fognaria della città siciliana hanno portato alla luce, in via De Gasperi, gli straordinari resti di due camere ipogee inviolate contenenti il corredo funerario e resti di corpi inumati. A ciò si sono aggiunte circa 50 tombe, situate a una profondità minore, riferibili probabilmente a una necropoli punica. Il primo ipogeo, secondo …

La nuova scoperta si basa sulla conoscenza tramandata da generazioni di comunità indigene sullo scontro di due secoli fa. Per migliaia di anni i Tlingit si stabilirono nelle isole del sud-est dell’Alaska, ma all’inizio del XIX secolo entrarono in contatto con un gruppo che avrebbe minacciato il loro rapporto con la terra : Commercianti russi che …

I morti venivano decorati con amuleti in lamina d’oro a forma di lingua per consentir loro di parlare anche nell’aldilà , davanti alla corte del dio Osiride. I resti di una mummia con una lingua d’oro in bocca sono stati ritrovati dagli archeologi a Taposiris Magna, tempio situato vicino ad Alessandria d’Egitto, nel Nord del …

Ancora una straordinaria scoperta a Pompei: nei nuovi scavi ripresi all’intero del progetto di manutenzione e restauro della Regio V riaffiora un Termopolio perfettamente conservato con l’immagine di una ninfa marina a cavallo e animali con colori talmente accesi da sembrare tridimensionali. I termopoli, dove si servivano bevande e cibi caldi, come indica il nome …

Benché quello del cane sia uno degli esempi di domesticazione tra i più riusciti e antichi, il periodo in cui ebbe luogo e le origini geografiche del cane domestico rimangono controverse: alcuni studi genetici hanno suggerito che il processo di domesticazione sarebbe iniziato in Asia orientale circa 15.000 anni fa, ma i fossili più antichi …

“I risultati di questo studio mostrano che i Neanderthal e l’Homo sapiens condividono una richiesta energetica simile nel corso della prima infanzia e un simile ritmo di crescita” I Neanderthal iniziavano lo svezzamento dei loro neonati intorno al quinto o sesto mese d’età, un periodo del tutto simile a quanto avviene per l’uomo moderno. La scoperta deriva dal lavoro di un gruppo internazionale di …

Uno studio australiano riscrive l’alba dell’uomo moderno individuando il luogo esatto della comparsa attraverso l’analisi del Dna. La prima “patria” dell’uomo moderno è stata collocata in una vasta area dell’Africa meridionale, nell’attuale Botswana settentrionale, dove il nostro antenato viveva tra 200 mila e 130 mila anni fa, prima di migrare. E lo è stata per …

Gli scavi archeologici di Fontana Ranuccio hanno portato alla luce i resti di un elephas antiquus, un pachiderma di circa 400 mila anni fa. Il ritrovamento è avvenuto nel bacino di Anagni, un’area di circa 20 Km quadrati, ricca di siti paleontologici di età compresa tra il Pleistocene Inferiore e il Pleistocene Medio. Il sito …