La Peste già presente nel Neolitico


Il batterio che causa la peste bubbonica, lo Yersinia pestis, è stato responsabile di alcune delle pandemie più devastanti della storia.
La peste nera uccise almeno un terzo della popolazione europea nel XIV secolo, mentre il primo focolaio registrato fu la cosiddetta peste di Giustiniano nel VI secolo d.C.
Dalle analisi dei resti recuperati nel sito di sepoltura a Fralsergarden situato nella Svezia occidentale, i ricercatori hanno trovato i segni di un’epidemia della variante più antica di Yersinia pestis. È la versione più antica trovata fino ad ora e secondo i ricercatori, potrebbe essersi separato dalla versione più ancestrale, dal punto di vista evolutivo, circa 5.700 anni fa. Questa scoperta potrebbe fornire moltissime informazioni sull’origine della malattia.